Newsletter

Creare e monetizzare una newsletter: best practices ed esempi da seguire

Sebbene questo formato sia esistito sin dagli albori di Internet, la newsletter sta attualmente vivendo una rinascita di popolarità! Come i podcast di 5 anni fa, tutti ora vogliono creare la propria newsletter e offrire così un appuntamento al proprio pubblico.

Sappiamo che i social network ci spingono a scrollare sempre più a lungo, in modo da aumentare il tempo trascorso sulla loro piattaforma. Stessa osservazione lato mailbox: riceviamo sempre più email, ed in particolare da brand che da tempo investono in questo canale, con oggetti email spesso invadenti, e talvolta con design “old school”.

Il successo del formato newsletter può essere spiegato abbastanza facilmente:

  • Fa parte dell’economia dei creatori: con persone appassionate, e un format che si presta ad argomenti di nicchia,
  • Rappresenta un media a sé stante: con un ritorno alla vicinanza e all’autenticità, nonché un rapporto di fiducia con il suo pubblico,
  • È una piattaforma universale: perché tutti hanno un’e-mail,
  • Offre un prodotto editoriale “finito”: la newsletter è un format che non partecipa alla sindrome FOMO (Fear Of Missing Out, ovvero la paura di perdersi qualcosa), né allo scroll infinito. Con il formato newsletter consumiamo il contenuto quando lo vogliamo, poi si va avanti.

I vantaggi del formato newsletter

La newsletter ha molti vantaggi, come ad esempio:

  • Facilissima da configurare: molti strumenti sono accessibili, anche ai neofiti,
  • Un onere finanziario contenuto: puoi lanciare la tua newsletter con un centinaio di euro, e hai accesso a un ROI facilmente leggibile,
  • Un pubblico impegnato: la newsletter offre la possibilità di creare un vero e proprio incontro con i tuoi lettori, che scelgono di iscriversi ai tuoi contenuti,
  • Simple media: questo formato permette di allontanarsi dal “rumore mediatico” (eccesso di immagini, video, banner, ecc.) tornando alle basi: i contenuti testuali.

Creare una newsletter e monetizzarla

Per poter creare una newsletter di successo, è fondamentale attraversare preventivamente una fase di riflessione. L’obiettivo: trovare un elemento di differenziazione e creare media ad alto valore aggiunto per il lettore.

Quindi devi definire l’oggetto, il contenuto e il tono della tua newsletter. Per fare ciò, puoi fare affidamento su queste domande:

  • Qual è lo scopo della newsletter?
  • Chi è il pubblico di destinazione?
  • Qual è il servizio offerto? (Puoi scegliere di educare, connetterti, recitare, intrattenere, interagire…)
  • Che tono adottare?
  • Quali sono i KPI da identificare per misurare il successo della newsletter?

Fornendo risposte a queste domande, avrai una visione precisa dei mezzi da mettere in atto per creare una newsletter di successo e costruire un pubblico coinvolto.

Allo stesso tempo, anche se la newsletter è un contenuto smaterializzato, ci sono vari modi per monetizzarlo, come ad esempio:

  • Pubblicità display: con banner pubblicitari integrati nella tua newsletter, come pubblicità display su un sito web,
  • Annunci nativi: con inserti editoriali sponsorizzati, scritti dalla redazione interna,
  • Abbonamento: con contenuti accessibili solo in abbonamento,
  • Iscrizione/club: con accesso a pagamento per usufruire di contenuti aggiuntivi,
  • La donazione: con la scommessa di affidarsi al sostegno della propria comunità.

Leave a Reply