Funnel di vendita

E-commerce: 10 consigli per ottimizzare il tuo funnel di vendita

Il funnel di vendita corrisponde al percorso di acquisto del cliente, dall’arrivo sul sito e-commerce all’atto di acquisto, ovvero: la conferma di un ordine. Ecco alcuni preziosi suggerimenti per ridurre l’attrito nella canalizzazione degli acquisti e fornire una migliore esperienza al cliente sul tuo sito.

1. Prenditi cura della tua scheda prodotto

Un elemento fondamentale: la scheda prodotto. Per far venir voglia di fare un acquisto, devi assolutamente curare a monte le tue schede prodotto: prenditi cura del tuo CTA, pensa bene al titolo dato alla tua scheda prodotto, mostra un prezzo chiaro, lavora sulla descrizione testuale dei tuoi prodotti , offrono immagini che mettono in evidenza i prodotti, aggiungono elementi rassicuranti come termini di pagamento, recensioni dei clienti, origini dei prodotti, ecc. Migliorare le tue schede prodotto è già un primo passo per ottimizzare il tuo funnel di acquisto, pensaci!

2. Facilita la creazione dell’account con un numero limitato di campi

I visitatori sono interessati ai tuoi prodotti? Vuoi chiedere loro di creare un account per poter ordinare. Questo passaggio è fondamentale, devi prestare particolare attenzione ad esso. Hanno bisogno che sia veloce, altrimenti non esiteranno a lasciare il tuo sito per ordinare su un altro sito o un mercato. Come primo passo, puoi analizzare la pagina del modulo di registrazione e provare a ridurre il più possibile il numero di campi presenti. Il minor numero di campi modulo, la creazione dell’account più veloce, che è ciò che i tuoi visitatori si aspettano. Un’altra possibilità: puoi anche offrire una connessione rapida tramite un account esistente: Google, Apple, Facebook o Twitter. Questo tipo di accesso è popolare tra gli utenti perché non devono reinserire tutte le loro informazioni e possono effettuare ordini più velocemente.

3. Consenti l’acquisto senza creare un account

Un’altra possibilità molto interessante: offri ai tuoi visitatori la possibilità di acquistare un prodotto senza dover creare un account. Anche se gli e-merchant stanno semplificando sempre più la creazione di account, alcuni cyberbuyer continuano a percepire la creazione di account come un passaggio davvero restrittivo e potrebbero non convalidare il loro acquisto a causa di questo obbligo. Se hai un sito di e-commerce, è nel tuo interesse offrire ai tuoi visitatori la possibilità di acquistare senza creare un account.

4. Mostra in anticipo le informazioni sulla consegna e sul pagamento

Un visitatore clicca sul CTA “aggiungi al carrello” della scheda prodotto per ordinare? Non si vince niente, questo è solo l’inizio! Tieni presente che i visitatori devono essere rassicurati prima di confermare un ordine. Per questo è opportuno visualizzare quanto prima le informazioni sulla consegna nel tunnel dell’ordine (modalità di consegna, data di consegna stimata, ecc.) ma anche le soluzioni di pagamento offerte (carte di credito, PayPal, ecc.). Per quanto riguarda i pagamenti, è anche importante evidenziare (esplicitamente) che i pagamenti sono sicuri sul tuo sito web.

5. Rimuovere tutti gli elementi di disturbo nel tunnel di comando

Nel tunnel degli ordini (una volta che il visitatore ha cliccato su “ordina”), è nel tuo interesse rimuovere gli elementi che possono disturbare il processo di acquisto. Ad esempio, in questa fase è possibile rimuovere l’intestazione con il menu principale per impedire al visitatore di navigare in altre pagine del sito Web invece di finalizzare l’ordine. In questa fase, puoi anche semplificare il footer esistente, lasciando solo le opzioni che ti sembrano essenziali: tornare in negozio, bisogno di aiuto, T&C, note legali, ecc.

6. Visualizza nella parte superiore dello schermo le diverse fasi del funnel di vendita

Per guidare i tuoi visitatori, non esitare a mostrare nella parte superiore del tunnel degli ordini un percorso breadcrumb dedicato al tunnel degli ordini. Ciò offre la possibilità di visualizzare tutte le fasi dell’ordine e consente ai visitatori di capire a che punto si trovano nel loro processo di acquisto. Suggerimento: se possibile, ricorda di rendere cliccabile ogni passaggio visualizzato in modo che i tuoi visitatori possano tornare rapidamente a un passaggio precedente, con un clic.

7. Rassicura il cliente nella pagina di pagamento

È importante dare fiducia ai tuoi visitatori sulla pagina dedicata al pagamento perché questo è il momento in cui devono fornire le proprie coordinate bancarie. È quindi importante ricordare che il pagamento è sicuro, in particolare è possibile aggiungere icone di lucchetti bloccati per esprimere la sicurezza delle transazioni. Puoi anche aggiungere le icone delle diverse soluzioni di pagamento per consentire ai visitatori di visualizzare rapidamente i loro abituali strumenti di pagamento: Mastercard, Visa, PayPal, ecc. Puoi anche aggiungere un link nel footer ai tuoi T&C per offrire ai consumatori l’opportunità di saperne di più sul pagamento tramite il tuo sito e rassicurarli così.

8. Migliora la velocità di caricamento delle tue pagine web

Se una pagina impiega troppo tempo a caricarsi, può essere un grosso punto critico. I visitatori preferiranno lasciare la pagina piuttosto che attendere il caricamento. Dovresti quindi anche pensare a ottimizzare il caricamento delle tue pagine nel tuo sito web. Per migliorare la velocità di caricamento delle tue pagine web, puoi fare affidamento su strumenti per le prestazioni web come Page Speed ​​Insights o GTmetrix.

9. Assicurati che il tuo checkout funzioni su dispositivi mobili

Troppo spesso dimenticato: la navigazione mobile. Tieni presente che puoi convertire anche tramite mobile, quindi è fondamentale testare il tuo tunnel di acquisto su mobile per assicurarti che tutto funzioni correttamente su questo supporto, in modalità responsive. Tutti gli elementi devono essere visualizzati correttamente (nessuna sovrapposizione per esempio) e devono essere cliccabili senza problemi (soprattutto il tuo CTA!). Devi assicurarti che la navigazione nel tunnel degli ordini sia facile su dispositivi mobili come su desktop.

10. Usa uno strumento heatmap per comprendere meglio i tuoi visitatori

Conosci le soluzioni per mappe di calore? Questi strumenti consentono di analizzare la navigazione e i click degli utenti sulle pagine web del tuo shopping funnel, tramite mappe di calore. Effettuando un’analisi del percorso dei tuoi clienti sul tuo sito, potrai imparare da esso: capire gli elementi che catturano la loro attenzione, e quelli che, al contrario, non sono performanti, individuare i punti di attrito in ogni fase del controllo della tua canalizzazione e quindi essere in grado di implementare le modifiche necessarie. Strumenti come Hotjar, Smartlook o Mouseflow hanno una versione gratuita per consentirti di testare le mappe di calore sul tuo sito web.

Leave a Reply