Linguaggi di programmazione 2022

Quali sono i linguaggi di programmazione più amati e odiati dagli sviluppatori nel 2022?

Come ogni anno, Stack Overflow svela il suo vasto sondaggio che fa il punto sulle tecnologie più popolari, le preferenze degli sviluppatori, ma anche le loro condizioni di lavoro. L’edizione 2022 si basa sulle testimonianze di oltre 73.000 sviluppatori, di tutti i livelli, in 180 paesi, Stati Uniti, India, Germania, Regno Unito e Canada sono i più rappresentati.

I linguaggi di programmazione più utilizzati nel 2022

Per il decimo anno consecutivo, JavaScript è il linguaggio di programmazione più utilizzato dagli sviluppatori (vedi immagine di uno). Si colloca al 1° posto della classifica, citato da oltre il 65% degli intervistati. È seguito da HTML/CSS (55%), SQL (49%) e Python (48%).

Tuttavia, tra gli sviluppatori che stanno ancora imparando a programmare, HTML/CSS è al 1° posto (63%), seguito da JavaScript (60%) e Python (58%). Stack Overflow rileva che le persone che imparano a programmare hanno maggiori probabilità rispetto agli sviluppatori professionisti di segnalare l’utilizzo di Python (58% contro 44%), C++ (35% contro 20%) e C (32% contro 17%).

Linguaggi preferiti e odiati dagli sviluppatori

Lo studio condotto da Stack Overflow riporta anche le tecnologie più amate, temute e richieste dagli sviluppatori, a cominciare dai linguaggi di programmazione. Per il settimo anno consecutivo, Rust è il linguaggio più popolare, con quasi l’87% degli sviluppatori che afferma di voler continuare a usarlo. Alla fine della classifica, MATLAB risulta essere la lingua meno diffusa, perdendo 2 posizioni rispetto allo scorso anno. Rust è anche il linguaggio più ricercato, collo e collo con Python.

Tra le preferenze di rilievo espresse dagli sviluppatori intervistati, Phoenix sale al 1° posto nella classifica dei framework web, come i più apprezzati dagli sviluppatori, mentre è nuova in questa categoria. Viene citato dall’83% degli intervistati e soppianta Svelte (75%), in testa alla classifica lo scorso anno. Phoenix è un framework web scritto nel linguaggio di programmazione funzionale Elixir, il che spiega sicuramente perché quest’ultimo si colloca al 2° posto tra i linguaggi più diffusi (vedi tabella sopra).

Le tecnologie che permettono di ottenere i migliori stipendi

Simile allo scorso anno, gli sviluppatori esperti nel linguaggio Clojure sarebbero stati pagati di più con uno stipendio medio annuo stimato di $ 106.644. In termini di big data e streaming di dati, le competenze in Apache Spark (stipendio medio annuo stimato di $ 87.948), Apache Kafka ($ 83.182) e Hadoop ($ 76.000) sono particolarmente gratificanti.

Dal lato della piattaforma, gli sviluppatori che gestiscono server in data center condivisi (colocation) sono pagati di più rispetto alle loro controparti che utilizzano servizi cloud al 100%. Lo stipendio medio annuo per i primi è di $ 111.196 rispetto a $ 81.387 per quelli specializzati nell’uso della piattaforma di cloud computing AWS.

I data silos influiscono sulla produttività degli sviluppatori

Quasi la metà degli intervistati sottolinea che i silos di dati rappresentano un ostacolo nel loro lavoro quotidiano. Il 68% di loro afferma di trovarsi di fronte a un silo informativo, ovvero una compartimentazione della conoscenza che non consente loro di comunicare in modo efficace, almeno una volta alla settimana.

D’altra parte, il 62% di tutti gli intervistati dedica più di 30 minuti al giorno alla ricerca di risposte o soluzioni ai problemi. Stack Overflow stima che, per un team di 50 sviluppatori, il tempo perso nella ricerca di queste risposte e soluzioni rappresenti tra le 333 e le 651 ore settimanali per l’intero team.

Stipendi degli sviluppatori in base alle posizioni ricoperte

Nel complesso, le posizioni di leadership come dirigenti e manager di ingegneria tendono ad avere gli stipendi più alti. Ma negli Stati Uniti, in Germania, nel Regno Unito e in Canada, gli sviluppatori blockchain sono abbastanza in alto nelle classifiche salariali, anche se hanno molti meno anni di esperienza.

Leave a Reply